Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
 
Focus On
Si comincia: assalto all'Estudiantes
Scritto da Matteo Scarpelli   
Sabato 26 Luglio 2014
BASANTAQuesta sera alle 20.00 ora italiana si torna a giocare. Con una differenza però: si comincia a giocare sul serio.
AddThis Social Bookmark Button
Leggi tutto...
 
Si vola in Sud America. E si fa sul serio
Scritto da Ghino di Tacco   
Mercoledì 23 Luglio 2014

Rossi violaPronti, partenza... via! Comincia oggi la seconda fase della preparazione estiva della Fiorentina, che dopo le due settimane di ritiro a Moena questa sera volerà in Sudamerica per la ricca tournée che vedrà i viola impegnati nei prossimi dodici giorni tra Argentina, Brasile e Perù.

AddThis Social Bookmark Button
Leggi tutto...
 
Rossi, l'importanza di avere un trascinatore in squadra
Scritto da Matteo Scarpelli   
Lunedì 21 Luglio 2014
Giuseppe Rossi significa garanzia. Rossi non vedeva l'ora che riniziasse il cammino preparatorio alla nuova stagione, tanto che anche durante le vacanze ogni giorno si sottoponeva ad alcune sedute per potenziare la sua forma fisica. Per Giuseppe non contano i giorni di riposo, non contano le vacanze. Conta solo tornare al massimo per far sognare i tifosi viola, la Fiorentina e replicare a chi negli ultimi tempi ha deciso di lasciarlo fuori. In Trentino Pepito è stato uno degli elementi della squadra più desiderosi e più carichi di farsi vedere per essere magari già pronto a meravigliare nel corso della tournèe sudamericana di questa settimana. Infatti in queste amichevoli a Moena non ha potuto partecipare causa presa cautela dovuta al diktat di mister Montella. Questa decisione non ha scoraggiato i tanti tifosi viola che hanno raggiunto la Val di Fassa visto che hanno comunque avuto la possibilità di ammirarlo durante gli allenamenti. L'impegno e la dedizione di Rossi che sta mostrando giorno dopo giorno sono quelle sfumature che i tifosi non possono far a meno di notare e di conseguenza non possono dimenticare elevandolo così a loro beniamino. Rossi ha tutto e tutti dalla sua parte, o quasi. Se anche il fisico deciderà di favorirlo allora non ce ne sarà per nessuno e Rossi potrà diventare quel campione che Firenze e Fiorentina ne hanno bisogno. Giuseppe Rossi quest'anno avrà il diritto di vivere la stagione fino in fondo, da professionista e da protagonista. Se così sarà, tutti a quel punto potranno sognare. 
E il nuovo anno appena cominciato avrà questo slogan: Rossi, You Can!

Matteo Scarpelli
AddThis Social Bookmark Button
 

Una Fiorentina multinazionale
Scritto da Giulio Incagli   
Venerdì 18 Luglio 2014

Trentaquattro giocatori in rosa, venti nazioni, quattro continenti rappresentati e tredici lingue parlate. È una Fiorentina multinazionale quella di Vincenzo Montella. Un aspetto che tanto ha aiutato in questi ultimi anni ad internazionalizzare il brend viola. Un modo per divulgare e far conoscere il verbo Fiorentina. Il lavoro di Montella incuriosisce ed interessa, soprattutto all'estero. La tournée sudamericana prevista per fine luglio e l'amichevole del sedici agosto a Varsavia contro il Real Madrid, sono soltanto i primi frutti di un oculato ed attento progetto, proposto soltanto tre stagione fa dal trio delle meraviglie Montella-Pradè-Macia e sposato fin da subito con convinzione dalla società. La domanda però sorge spontanea: che lingua si parla nello spogliatoio viola? Analizziamo reparto per reparto: tra i pali totale dicotomia, tre nazioni con tre diversi idiomi. Con due argentini, un iberico e il probabile arrivo di Basanta, nel reparto difensivo la lingua predominante sembra essere lo spagnolo. Il centrocampo è sicuramente il più ricco e variegato. Quattro idiomi parlati e tre continenti rappresentati. In avanti a tenere banco è l'intesa tra la coppia italo-tedesca Rossi-Gomez. Per la verità i due hanno sempre parlato la stessa lingua, almeno in campo, e soltanto gli infortuni ne hanno ostacolato la crescita e l'intesa.
Un crogiolo di culture e tradizioni diverse, un vero e proprio meltingpot insomma. No a questa Fiorentina non manca l'amalgama.

AddThis Social Bookmark Button
 
Nono giorno di ritiro: la giornata di oggi
Scritto da Giulio Incagli   
Giovedì 17 Luglio 2014

Nono giorno di ritiro in quel di Moena per la Fiorentina di Vincenzo Montella. Aspettando l'arrivo del patron Andrea Della Valle, i giocatori viola sono scesi in campo questa mattina sotto un sole splendente per la canonica seduta di allenamento. Ad accoglierli circa un migliaio di tifosi, provenienti dalle più disparate zone della penisola, che hanno invaso prima il Viola Village e successivamente gli spalti del Cesare Benatti. Infatti Nonostante lo stallo degli ultimi giorni in casa Fiorentina, sale l'entusiasmo nel ritiro in Val Di Fassa e i supporters viola aumentano giorno dopo giorno.
Stamattina, comunque, dopo alcuni esercizi di potenziamento in palestra, i giocatori sono subito scesi in campo, dividendosi in due gruppi. Nel primo previsto soprattutto lavoro con la palla. Tanto possesso e soprattutto lunga serie di tiri in porta con scatti ed allunghi alternati. A coordinare il tutto, mister Caccia, braccio destro, nonché collaboratore tecnico di Vincenzo Montella. Per il secondo gruppo invece prevista anche una breve sessione aerobica. Circa un quarto d'ora di corsa continua e successivamente qualche schema provato dal tecnico partenopeo in un campo secondario, antistante il Centro Tecnico. Anche questa mattina Giuseppe Rossi si è unito al gruppo soltanto in un secondo momento. Ha infatti svolto con il fisioterapista Fagorzi un lavoro differenziato, intento a potenziare quelle ginocchia che in questi anni ne hanno frenato l'ascesa. Comunque il giocatore, trattenutosi dopo l'allenamento in sala stampa, ha rassicurato tutti riguardo le sue condizioni fisiche.
La seduta pomeridiana ha avuto inizio alle 18, dopo circa cinque ore di relax per i giocatori viola. Come sempre Montella ci ha abituati, tanta tattica nel pomeriggio. Il 3-5-2, come vi raccontiamo ormai da inizio ritiro, sembra essere il modulo su cui il tecnico partenopeo vuole lavorare per la prossima stagione. Dopo una rapida partitella, esercizi mirati per alcuni giocatori. Il giovane Piccini ad esempio si è trattenuto a fine allenamento a lavorare sui cross dal fondo, insieme a Juan Manuel Vargas, che ha scaldato il suo sinistro con potenti tiri in porta. Domani intanto ultimo giorno di allenamenti per la Fiorentina, prima dell'ultima amichevole prevista per il ritiro sulle Dolomiti, contro i greci dell'Ael Kalloni.

AddThis Social Bookmark Button
 

«InizioSuccessivo12345678910PrecedenteFine»

Pagina 4 di 158

Rubriche in Primo Piano

Nonno Pilade a cura di Nonno Pilade   Leggi tutto >
Il pungiglione a cura di Giampiero Tosi   < Leggi tutto
L'Angolo del tifoso a cura di Luca Capanni   Leggi tutto >
Giacchetta Nera a cura di Giancarlo Carmagnini   < Leggi tutto